top of page

Consapevolezza

Aggiornamento: 31 mag

L’altro giorno parlavo con La mia amica! Ci conosciamo da 20 anni e siamo sempre state legatissime. Negli ultimi anni le cose sono cambiate, lei ha allargato la sua famiglia, io ho scoperto la malattia, ho avuto un po’ di noie e insomma… ci siamo allontanate. Ma allontanate fisicamente perché per me è ancora il primo riferimento!

Preamboli a parte, stavamo parlando di come stavamo ecc ecc quando io mi sono accorta che mi stavo aprendo con lei, riguardo a cosa sento dentro quando sono nelle mie crisi, come mai avevo fatto a voce alta. Le parole che ho usato più o meno sono state queste: e’ come non avere il controllo del proprio corpo, come essere posseduti. Io voglio fare quella cosa ma non riesco a farla. Io vorrei non fare quella cosa ma non riesco a fermarmi.

Ed è solitamente dopo averlo detto a voce alta che ho finalmente preso consapevolezza di questa cosa. E’ esattamente così. Quando sono in down e vorrei alzarmi da letto, lavarmi o semplicemente bere un bicchiere d’acqua, il mio corpo me lo impedisce!

Come può per impedirmi di frenare a uno stop!

Insomma è un casino, io stringo i denti, vado avanti, ma è sempre più difficile!







18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page